Top

logo9

Welcome to our blog

Templi, mosaici e monumenti storici in Sicilia

La Sicilia non manca proprio di edifici storici, risalenti alle diverse epoche. Le prime tracce di culture umane provengono dal sesto millennio a.C., ed i Fenici e Siculi indigeni lasciarono in parte delle gigantesche necropoli, compresa la famosa necropoli di Pantalica. Poi furono soprattutto i Greci ad influenzare fondamentalmente l'architettura siciliana. Nelle città greche di Naxos, Taormina, Siracusa, Selinunte, Agrigento ed in molte altre sorsero dei grandi templi, molti dei quali oggi sono ancora conservati meglio rispetto a quelli della Grecia. Sculture, monete e famosi filosofi e matematici come Archimede vennero con i Greci in Sicilia

Leggi tutto: Restauro monumenti arte sicilia

Beni culturali, un aiuto arriva dallo Spazio

Roma. Domani 15 settembre, nel salone Vittorio Emanuele del Mibact in via del Collegio Romano, si svolgerà un workshop su «Beni culturali e Spazio» interamente dedicato a tecnologie applicative e servizi aerospaziali a supporto del patrimonio culturale.

Leggi tutto: beni culturali

Pittura e letteratura siciliana

Anche se la Sicilia affascinò numerosi artisti, riuscì a dare vita solo a pochissimi maestri di fama mondiale: Antonello da Messina (1430 - 1479) e Renato Guttuso (1912 - 1987). Antonello è ancora oggi considerato quel pittore che trasmise ai maestri veneziani l’arte della pittura a base di resina e le sue rappresentazioni dell’annunciazione possono ancora essere ammirate a Messina, Palermo, Siracusa e pure in Germania ed in Austria. Renato Guttuso, invece, fu un artista politicamente impegnato del XX secolo che si dedicò al realismo politico

Leggi tutto: restauri pittura arte Catania

Quando ci troviamo di fronte a un'opera d'arte, ci capita molto spesso (anzi, quasi sempre) di domandarci quali fossero la personalità, la condizione umana, il pensiero della mano che ha guidato il pennello o lo scalpello per realizzarla. Perché un'opera d'arte è sempre espressione, oltre che di un preciso contesto storico e artistico, della mente del suo creatore. La storia dell'arte ha anche questo, tra i suoi compiti: comprendere le opere per comprendere la personalità degli artisti, e viceversa. È quindi chiaro che avere la possibilità di varcare la soglia, anche per pochi minuti, dell'universo personale di un artista, pur senza avere la pretesa di trarre delle conclusioni sul suo conto, è un'esperienza unica che ci permette di entrare in maggior sintonia con la sua arte, di provare a spiegarci il perché di certe scelte stilistiche o iconografiche, insomma di capire più a fondo le sue opere.

Leggi tutto: tavoli studio restauro

Anfiteatro Flavio, Roma
 

ELEONORA ZAMPARUTTI

 

Roma - “Avviso a tutti i visitatori in attesa di entrare al Colosseo: oggi il regolare accesso al monumento sarà ripristinato a partire dalle ore 11”. Più o meno questo il messaggio che oggi è stato diramato a tutti i turisti che avevano programmato una visita al monumento simbolo di Roma, e dell’Italia intera, e che invece si sono ritrovati in fila ad aspettare per ben 3 ore che terminasse la legittima assemblea sindacale in corso affinchè il personale di custodia potesse ritornare alle proprie postazioni e riprendere le normali attività.

Leggi tutto: restauri monumenti arte

el 1864 il chimico Eugène Chevreul catalogò le tinte antiche: 14.400 tonalità cromatiche, tutte ottenute da sostanze naturali. Contemporaneamente la chimica industriale spopolava con l’immissione sul mercato dei colori sintetici, sicché molti artisti lasciarono alle spalle la produzione personale dei colori. I tubetti industriali, comodamente utilizzabili nell’ambito della pittura all’aria aperta, a diretto confronto con il vero, favorirono, ad esempio, lo sviluppo dell’Impressionismo. Ogni maestro del passato, invece, lavorava tra l’eredità delle conoscenze apprese in bottega, la sperimentazione e la ricerca. In molti casi, come avviene nella pratica alchemica, le formule restavano segrete. E’ certo il fatto che la miscela dei colori nasceva, con diverse modalità, dalla fusione di sostanze animali, vegetali e minerali, debitamente pestate, che dovevano depositare per giorni o diversamente bollire “il tempo di un padrenostro”

Leggi tutto: restauratore tavoli studio

Subscribe our Newsletter